Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ads 468x60px

lunedì 1 settembre 2014

Make-Up Anni 50




Lasciate alle spalle le ristrettezze della guerra, durante il decennio che va dalla metà degli anni quaranta alla metà degli anni cinquanta, la moda potè tornare a sbocciare. Periodo di rinascita, gli anni 50 sono il decennio del rock 'n' roll, dei blue jeans, delle t-shirt, delle pin up e dei pattern a pois; è il momento in cui cominciano a comparire i primi bikini e la giacca di pelle diventa un irrinunciabile must have della moda uomo. La moda rispecchia il glamour e il lusso di Hollywood. L’eleganza viene prima di tutto. 

Make-Up:
trionfa lo sguardo da cerbiatta ottenuto con ombretto, matita per sopracciglia, mascara e soprattutto tanto eyeliner. La pelle diventa diafana, le labbra intense, scompare il fard in contrasto con il look "femme fatale". Prendono il sopravvento le ciprie in polvere. Le sopracciglia, meno sottili, ma molto infoltite, vengono disegnate con tratto slanciato verso la fronte e con apice molto circonflesso. Gli occhi sono caratterizzati da eyeliner a losanga che allunga e spinge verso l'alto. 
Marylyn Monroe, simbolo femminile d'eccellenza del momento era l'unica che contrastava la moda sfoggiando un tratto di eye liner che si ispessiva al centro della palpebra e terminava nell'angolo esterno con una virgoletta conferendo al viso uno sguardo languido. 
Audrey Hepburn, per lei venne studiato un trucco personalizzato che esaltasse i suoi occhi da gazzella con un tratto di eyeliner tondeggiante e le ormai conosciutissime sopracciglia ad ali di gabbiano. Con i tacchi a spillo di Roger Vivier le signore acquistano un'andatura più elegante e femminile.





Moda:
gli stilisti addolcirono le severe linee per creare una silhouette più morbida, ma l’unico ad avere il coraggio di gonfiare le curve degli abiti a proporzioni quasi caricaturali fu Christian Dior, proponendo ampie gonne provocatoriamente fruscianti riallungandole di una decina di centrimetri. Per ottenere il vitino da "vespa" e i seni prorompenti si ricorreva alla guepière (versione moderna del busto vittoriano) creata da Marcel Rochals.



Parrucco:
lo stile dell'epoca ama i capelli racolti e la coda di cavallo della giovane Brigitte Bardot. Per chi ha i capelli corti, impazzano i tirabaci, riccoli piatti e fissati sulle guance. Torna alla ribalta la frangia rilanciata dal look di Audrey Hepburn.




3 commenti:

  1. piacere sono nuova, mi unisco alle tue lettrici, se ti va passa da me http://torella88.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Ciao Concetta, benvenuta :-)
    certo...passo da te molto volentieri!

    RispondiElimina